QuiFinanza
QuiFinanza

Comprare casa costa ancora meno

22/09/2015 in “MutuiOnline informa

prezzi case

I prezzi del mercato delle case continuano a scendere. Per accorgersene, basta guardare il mercato e i tempi di attesa di vendita di un immobile: a luglio il tempo medio registrato è di 170 giorni nelle città principali, 189 giorni nell’hinterland e 177 giorni nelle altre province.

Sono i dati che arrivano da un’analisi effettuata dall’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa e riferita all’andamento dei prezzi nei primi sei mesi dell’anno: meno 2,5% nelle città principali, meno 2,1% nei comuni limitrofi e meno 2,2% nei capoluoghi di provincia. La discesa rallenta rispetto agli scorsi anni, quando aveva fatto registrare -7,3% nel 2014 e -8,9% nel 2013, toccando il valore di -10,5% nel 2012, momento di maggiore crisi del mercato immobiliare.

Il fenomeno si concentra principalmente nel centro d’Italia, che registra un calo del 3,7%. Segue il Nord con meno 2,2% e in coda il Sud con una riduzione dell’1,3% rispetto allo stesso periodo del 2014.

Tuttavia, nonostante l’evidenza dei dati rilevati nel centro della Paese, è Genova la città d’Italia che registra il ribasso più consistente: -4,4%. Non lontano, Torino occupa il secondo posto con -3,6% e a seguire Roma che perde il 2,1%. Milano rimane a -0,9%, mentre si rivela stabile l’andamento dei prezzi nella città di Firenze.

Le indagini prevedono un andamento ancora in calo nei prossimi mesi, quando si registreranno riduzioni tra il 2% e il 4%, mentre il rialzo si avrà non prima del 2017, con un 2016 transitorio e dai prezzi stabili.

Gli italiani hanno mediamente a disposizione una somma di denaro di 119 mila euro, ma aumentano coloro che arrivano a poter disporre di somme più elevate, rientrando così nella fascia intermedia di disponibilità tra i 250 e i 474 mila euro.

Secondo l’analisi del Gruppo Tecnocasa il 76,8% degli acquirenti cerca un immobile per andarci a vivere. Il 16,4% ne fa un investimento e il 6,8% compra una seconda casa. Perde punti il bilocale, per anni ai vertici delle classifiche come taglio di immobile maggiormente richiesto, registrando il 26,4% delle richieste. Guadagna invece il trilocale, con un 36,8% della domanda: fenomeno correlato allo stesso calo dei prezzi se si pensa che è proporzionale alla dimensione dell’appartamento.

Insieme ai prezzi di vendita, si riducono anche gli affitti. Nelle città principali, i prezzi registrano -0,4 per i trilocali, meno 0,7% per i bilocali e 0,5% per i monolocali. La maggior parte dei contratti di locazione sono a canone libero, ma cresce l’interesse per il canone concordato.

L’analisi di Tecnocasa rileva anche le il valore delle erogazioni del credito utilizzato per finanziare l’acquisto delle case degli italiani. Sono 7.072,9 milioni di euro nella prima parte dell’anno, 35% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con un mercato del credito che continua a crescere da ormai cinque trimestri.

Rimane sostanzialmente invariata l’età media di accesso al mutuo (circa 39 anni), con una lieve preponderanza dei 35-44enni rispetto agli under 35.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Comprare casa costa ancora meno Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
ARTICOLI CORRELATI:
I mutui surroga più convenienti di novembre pubblicato il 9 novembre 2017
In quanti casi il mutuo supera il 40 per cento del reddito? pubblicato il 24 novembre 2017
I mutui più convenienti di agosto pubblicato il 2 agosto 2017
Affitti brevi: è boom anche in Italia pubblicato il 21 dicembre 2015
Casa: ristrutturata vale di più pubblicato il 30 giugno 2017
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Finalità mutuo

Tasso
Valore immobile

Importo e durata mutuo
anni
Età richiedente
anni
Posizione lavorativa

Reddito
 € netti mese
Domicilio richiedente

Provincia immobile

Stato ricerca immobile