QuiFinanza
QuiFinanza

Vacanze finite, torna la voglia di comprare casa!

5/09/2016 in “MutuiOnline informa

Le vacanze volgono al termine e gli italiani si apprestano a rientrare in città. Oltre a scuola e lavoro, settembre è il mese delle “wish list”: c’è chi si ripromette di iscriversi in palestra o a un corso di lingue, chi di mettersi a dieta dopo le scorpacciate estive, chi finalmente pensa a comprare casa.

Sembra strano, ma settembre è un mese di ripresa anche per il mercato dei mutui. Anche se in realtà i trend sono stati positivi durante tutto l'arco dell’anno, il periodo immediatamente successivo alle ferie fa scattare la voglia di casa. Del resto il mercato dei mutui è in uno dei momenti più favorevoli di sempre: tassi ai minimi storici, surroghe convenienti, poche differenze tra fisso e variabile.

Già gli scorsi mesi i principali operatori del settore avevano posto l'accento sui brillanti trend delle compravendite, evidenziando un mercato in movimento, con positivi riscontri da parte di acquirenti ed investitori, ingolositi anche da prezzi degli immobili decisamente appetibili.

Stando all’Agenzia delle Entrate il primo trimestre dell'anno ha registrato un incoraggiante +20,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Tutti segnali che evidenziano la ritrovata fiducia dei consumatori e un più facile accesso al credito, che dovrebbe riconfermarsi anche pro futuro, nonostante le strategie prudenziali degli istituti di credito.

Anche il Gruppo Tecnocasa ha più volte confermato la svolta del mercato, evidenziando come l’interesse dei “futuri proprietari” si focalizzi sulle soluzioni ad alta efficienza energetica, premiando dunque la qualità abitativa a discapito degli immobili di bassa qualità, seppur collocati sul mercato a prezzi inferiori.
Sicuramente è il momento propizio per investire nel mattone, anche grazie ai finanziamenti particolarmente vantaggiosi.

Come orientarsi dunque tra le diverse offerte sul mercato, quando ci si appresta a richiedere un mutuo?Secondo le stime, il 70% delle erogazioni sono attualmente a tasso fisso, dato che segna un cambiamento radicale nelle preferenze degli italiani.

Per comprendere le ragioni di questa inversione di tendenza, occorre analizzare le Eurirs che rappresentano i tassi di riferimento rispettivamente per i mutui a tasso variabile e quelli a tasso fisso.

A gennaio l’Euribor a 1 mese era pari al -0,21% , mentre oggi risulta sceso al -0,37%. Quelli a 3 mesi sono passati dal -0,13% al -0,30%.
Ancora più rapida la discesa dell’Eurirs: quello a 10 anni è passato dallo 0,93% allo 0,28% (-65 bp), quello a 20 anni dall’1,41% allo 0,70% (-71 bp) e quello a 30 anni dall’1,46% allo 0,74% (-72 bp). 

Alla luce di questi dati, è evidente che i mutui a tasso fisso sono diventati decisamente convenienti. Una buona notizia per chi si appresta ad acquistare, ma anche per chi ha già acceso un mutuo e desidera surrogare.

Con il termine surroga si fa riferimento al il trasferimento del debito presso un altro istituto a condizioni economiche più vantaggiose e senza costi aggiuntivi. La procedura può non prevedere il coinvolgimento della banca uscente, dal momento che la banca surrogante può procedere con un atto bilaterale con il cliente, procurandosi in autonomia tutti i documenti necessari.

Nelle rilevazioni MutuiOnline di maggio, come messo in evidenza anche nell'articolo già pubblicato, il 49,1% delle richieste di mutui ha avuto ad oggetto proprio la surroga: un valore ancora alto, specialmente se confrontato con le rilevazioni 2015.

Tra le opzioni più frequenti il passaggio dal tasso variabile al tasso fisso, come già evidenziato in precedenza. Per chi desidera surrogare, è possibile confrontare le migliori offerte sul mercato attraverso i comparatori online.

Al 30 agosto, volendo fare una surroga tramite MutuiOnline.it, per un importo residuo di 150.000 (valore immobile 250.000 euro) da rimborsare in vent’anni scegliendo il tasso fisso, troviamo le seguenti offerte: Mutuo Domus Fisso Intesa Sanpaolo (rata mensile 744,70 euro, Taeg 1,90%),  Hello bank! (rata mensile 755,28 euro, Taeg 2,01%), TrasformaMutuoBnl (rata mensile 755,28 euro, Taeg 2,01%).

A cura di Alessia De Falco
Come valuti questa notizia?
Vacanze finite, torna la voglia di comprare casa! Valutazione: 5/5
(basata su 1 voti)
ARTICOLI CORRELATI:
Perché fidarsi del tasso variabile pubblicato il 27 novembre 2017
Migliori Offerte di Mutuo – Ottobre 2017 pubblicato il 18 ottobre 2017
La surroga e le alternative al mutuo: quanto convengono in questo momento? pubblicato il 6 novembre 2017
I mutui surroga più convenienti di novembre pubblicato il 9 novembre 2017
Tasso variabile: perchè sceglierlo? pubblicato il 4 maggio 2017
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Finalità mutuo

Tasso
Valore immobile

Importo e durata mutuo
anni
Età richiedente
anni
Posizione lavorativa

Reddito
 € netti mese
Domicilio richiedente

Provincia immobile

Stato ricerca immobile