QuiFinanza
QuiFinanza

Mercato residenziale, un primo semestre da record

29/10/2016 in “MutuiOnline informa

Arrivano nuove conferme sul rilancio del mercato residenziale italiano. Le compravendite del primo semestre 2016, rilevate dall'Ufficio Studi Gabetti, hanno segnato un importante crescita del 21,9% rispetto agli stessi mesi del 2015, anno che si era chiuso con un +6,5% sui dodici mesi precedenti. Nel dettaglio si sono realizzate 258.380 transazioni, suddivise in 115.135 del primo trimestre (+20,6%) e 143.245 del secondo trimestre (+22,9%).

Le variazioni positive hanno interessato tutte le macro aree della penisola con percentuali record soprattutto al Nord (dove è mutui) con un +24,5%, seguito dal Centro col +19,7% e dai territori del Sud col +18,5%.
Guardando le otto maggiori città italiane per popolazione, si nota una performance che si è attestata sul +21,5% e 46.418 transazioni. Stilando una graduatoria degli incrementi troviamo al primo posto la provincia di Torino (+29,9%), seguita da Milano (+28,1%), Genova (+27,7%), Bologna (+27%), Napoli (+24,2%), Firenze (+22,6%), Roma (+12,4%) e Palermo (+9%).

La ripresa sarebbe da attribuire a diversi fattori, tra cui l’aumento delle erogazioni dei mutui, grazie alle misure a sostegno del mercato del credito, e il netto miglioramento degli indicatori riguardati il lavoro e il potere d’acquisto delle famiglie.

Per quanto riguarda i prezzi, il primo semestre delle grandi città ha registrato un calo medio dell’1% rispetto alla seconda parte del 2015. Tuttavia il dato è in progressiva attenuazione, visto che il bilancio del 2015 è stato di -4% rispetto all’anno precedente, mentre il 2014 si era chiuso con un -6,5% rispetto al 2013. La discesa degli importi è meno accentuata a Milano (-0,3%), Genova (-0,4%) e Roma (-0,5%) mentre è più marcata a Palermo (-3,5%).

Infine si confermano in diminuzione i tempi medi di vendita che, sempre nelle otto province, si sono fermati intorno ai 5,3 mesi rispetto ai precedenti 5,5.

La scelta di acquistare casa si accompagna spesso alla necessità di stipulare un mutuo. I finanziamenti più convenienti passano sempre per il portale di MutuiOnline.it, il comparatore che permette di conoscere le migliori proposte delle varie banche in base alla finalità scelta.

Al 28 di ottobre il finanziamento più conveniente per l’acquisto della prima casa – richiesta venticinquennale di 135 mila euro (valore dell’immobile 180.000 euro) da parte di un milanese 35enne con reddito di 2.600 euro mensili – è quello a tasso variabile di IWbank Private Investiments che permette al cliente di pagare 524,20 euro mensili al tasso dell’1,25% (Taeg 1,27%). Le spese di perizia sono nulle. Un’ulteriore agevolazione riguarda lo spread applicato al finanziamento che decresce dello 0,05% ogni 5 anni a partire dall’inizio del quinto anno. Il costo dell’istruttoria con importo finanziato fino al 70% è di 600 euro mentre è di 950 euro per un ammontare superiore. Il prestito copre fino a un massimo dell’80% del valore di perizia dell'immobile (non superiore ai 500.000 euro) e comunque non oltre l'importo della compravendita contenuto nel rogito notarile.

A tasso fisso invece si distingue Mutuo Domus Fisso di Intesa Sanpaolo che propone una rata mensile di 565,65 euro con Tan dell’1,90% e Taeg del 2,08%. Le spese di istruttoria sono pari a 700 euro, quelle di perizia ammontano a 320 euro. Il mutuo finanzia fino all’80% del minore importo tra il prezzo d’acquisto e il valore della perizia. In caso di estinzione anticipata del contratto parziale o totale non è prevista l’applicazione di alcuna penale.

A cura di Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Mercato residenziale, un primo semestre da record Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
ARTICOLI CORRELATI:
La surroga e le alternative al mutuo: quanto convengono in questo momento? pubblicato il 6 novembre 2017
I mutui più convenienti di giugno pubblicato il 12 giugno 2017
Mutui giovani: un’opportunità per la casa dei sogni pubblicato il 4 giugno 2017
Casa: ristrutturata vale di più pubblicato il 30 giugno 2017
I mutui prima casa più convenienti di novembre pubblicato il 7 novembre 2017
Oppure clicca qui per essere richiamato
RICERCA MUTUO
Finalità mutuo

Tasso
Valore immobile

Importo e durata mutuo
anni
Età richiedente
anni
Posizione lavorativa

Reddito
 € netti mese
Domicilio richiedente

Provincia immobile

Stato ricerca immobile